Home » Oratorio

Oratorio

La Storia dell'Oratorio

La Storia dell'Oratorio - Parrocchia San Giuseppe

 L’Oratorio San Giuseppe, attivo dal 1991, in considerazione delle esperienze degli anni tra il 1996 ed il 2009 ha attuato una serie di interventi educativi volti a favorire la crescita della persona in tutti i suoi aspetti (relazionali, cognitivi, affettivi) rendendola attiva e partecipe del suo processo e formativo, attraverso esperienze positive.

Per prevenire il disaggio e tutelare il minore  dalle esperienze negative e devianti, si è scelto di applicare il metodo del “Sistema preventivo”. Ogni intervento preventivo presuppone una larga base di protagonismo dei bambini e dei ragazzi coinvolti e, per potersi rivelare efficace, deve avere la capacità di coinvolgere nell’attuazione la maggior parte delle persone e delle istituzioni che vi sono direttamente o indirettamente implicate.

Ogni atto preventivo, formativo e rieducativo, deve rivolgersi non solo al singolo individuo ma al suo contesto di vita e alla sua storia personale, nella quale il nucleo familiare, anche nelle situazioni negative, ha un’incidenza determinante circa l’esito futuro dello sviluppo del bambino e del ragazzo.

Il ruolo sociale della struttura oratoriale è condizionato, da un lato, dalla specificità dei bisogni ai quali deve rispondere e, dall’altro lato, al tipo di rapporto che essa è in grado di stabilire con gli altri “attori” del territorio che ruotano attorno ai minori, nella consapevolezza che essa rappresenta, in realtà, una risorsa all’interno di una rete complementare di servizi capace, proprio per la sua interazione, di offrire ai minori adeguate e mirate risposte ai loro bisogni.

L’azione dell’Oratorio si colloca dunque sistematicamente nella rete di servizi socio-assistenziali presenti nel territorio, e interagisce stabilmente con le altre agenzie educative formali ed informali.

Attraverso questa interazione tra agenzie educative, l’Oratorio si propone come parte attiva: proporrà punti di vista, suggerimenti e soluzioni alternative, sottoforma di strade percorribili, in grado di stimolare il dialogo tra le parti. L’Oratorio San Giuseppe intende dare una rappresentanza del proprio essere servizio educativo, inteso non solo come struttura assistenzialistica, ma anche come concreto agente di cambiamento e prevenzione.

L’Oratorio San Giuseppe  collabora attivamente con l’ Oratorio di Sant’ Elia, l’Oratorio di San Paolo (Piazza Giovanni XXIII) l’Oratorio di Mulinu Becciu.

                                                                                           

 

CONTESTO DI RIFERIMENTO 

 

L’Oratorio parrocchiale San Giuseppe di Pirri è situato nei locali adiacenti alla Parrocchia con la quale condivide una valenza educativa attraverso il continuo scambio di risorse.

L’azione educativa è rivolta all’area della Circoscrizione n°6 che si espande a nord, nord-ovest e nord-est di Pirri, interessando per lo più famiglie del quartiere di Santa Teresa, Barracca Manna, Is Argiolas, Via E. Toti, Monreale.

Il livello culturale, economico, etico e religioso di queste realtà è molto eterogeneo, ma tutte le famiglie esprimono la stessa esigenza prioritaria: usufruire di opportunità educative che favoriscono lo sviluppo psico-fisico e comportamentale dei ragazzi al di fuori di schemi istituzionali quali la scuola, le strutture sportive federali, talvolta molto costose anche per una famiglia del ceto medio.

Nell’area urbana interessata al Progetto, il contesto socio-economico è caratterizzato da livelli di reddito medio-basso. Le famiglie monoreddito rappresentano la maggioranza e l’indice di disoccupazione dei capi famiglia risulta piuttosto elevato. I nuclei familiari esprimono, inoltre, un livello culturale medio-basso: i genitori laureati e diplomati non raggiungono in percentuale il 10%. E’ frequente la situazione di madri che compiono lavori saltuari per integrare o sostituire il reddito paterno, costringendo i figli a restare per molte ore (al pomeriggio e alla sera) senza custodia, privati della figura genitoriale materna alla quale, in questo contesto sociale, è delegata l’intera responsabilità educativo-formativa dei minori.

Molti ragazzi del quartiere manifestano molteplici problemi relazionali, come irrequietezza, intolleranza alle regole, incapacità a porsi in modo corretto nei confronti dei coetanei e degli adulti. Spesso, non avendo alternative alla monotonia del quotidiano e non riuscendo a gestire il tempo libero, costituiscono piccole bande che passano il loro tempo a compiere atti di vandalismo soprattutto nei centri commerciali dove hanno libero accesso agli alcolici, oppure per la strada. La devianza tende oggi ad essere considerata non più il prodotto di cause antecedenti, bensì una sorta di percorso aperto ad esiti sia positivi che negativi, dando vita in quest’ultimo caso a fenomeni quali delinquenza, tossicodipendenza, alcolismo e altri comportamenti trasgressivi perseguibili penalmente.

In questo contesto sociale, affinché i minori vincano la noia e possano entusiasmarsi ad un cammino impegnativo da intraprendere, deve trovare collocazione un ambiente trascinante che, in collaborazione con le famiglie, attui interventi mirati alla pratica sportiva, alle attività espressive e manuali, con personale preparato tecnicamente e culturalmente, e con lo scopo precipuo di costruire un ambiente ricco di valori ed iniziative. Tutto questo e molto altro vuole appunto essere l’Oratorio.

 

 

 

ARTICOLAZIONE DEI LABORATORI

LUDOTECA

La ludoteca ha lo scopo di offrire ai bambini e ai ragazzi un momento di benessere e di relax in uno spazio organizzato dove possono trascorrere le loro sere, alla riscoperta del gioco e dei giocattoli, ma soprattutto, con l’aiuto dell’animatore, possano imparare a giocare in modo sano e costruttivo, stimolando e arricchendo le loro potenzialità.

All’interno della Ludoteca i bambini e i ragazzi potranno scegliere, provare e infine prendere in prestito i giochi che preferiscono.

Nella Ludoteca il gioco diverrà strumento di comunicazione, socializzazione e creatività. Il bambino e il ragazzo diverrà “protagonista attivo” in quanto sarà lui a scegliere i giochi senza essere condizionato dalle esigenze degli adulti.

 

LABORATORIO DI CUCINA

Molti bambini sono affascinati da ciò che avviene in cucina. Impasti, profumi, colori e strumenti attirano irresistibilmente la loro voglia di fare e di scoprire. Grande è il loro desiderio di giocare e al tempo stesso di fare .

Il laboratorio si propone pertanto di realizzare piccole e semplici ricette, attraverso l’esecuzione delle quali i bambini possano sentirsi protagonisti anche in cucina, stimolando e affinando i sensi, imparando a conoscere il cibo,      interpretando creativamente le ricette, e sviluppando un rapporto sano e positivo con l’alimentazione.

Il laboratorio intende coinvolgere in questa attività entusiasmante e creativa anche i genitori dei piccoli “cuochi”, consentendo loro di conoscere meglio i propri figli, osservandoli nell’attività svolta, apprezzandoli nei progressi e nell’impegno che ciascuno metterà nel laboratorio.

LABORATORIO DI ATTIVITÁ MANUALI, DECOUPAGE E CREATIVITÁ

 

In genere, il bambino tende ad avere un approccio fisico con le cose, le deve toccare, manipolare, smontare e rimontare, quindi, destrutturando e ristrutturando, il pensiero si affina, scopre i nessi logici e arriva alla formulazione di concetti. Per imparare bisogna prima manipolare ed il laboratorio di manualità, oltre ad essere una metodologia di lavoro, è il “posto” in cui sono possibili esperienze concrete e linguistiche che favoriscono la riflessione e la formalizzazione attraverso l’utilizzo di linguaggi verbali e non. Il laboratorio è stato concepito come luogo di esperienze corporee/cognitive/relazionali e si concentra sulle relazioni tra persona e oggetto rivalutando sia il valore del prodotto creato, sia l’azione di colui che crea. Il laboratorio invita, quindi, a recuperare il piacere del fare, il piacere di modificare ed utilizzare diversi materiali, il piacere di progettare e di scoprire nuove capacità e potenzialità.

Tenendo conto di quanto sia importante per i bambini sperimentare la manualità e liberare la fantasia, si organizzano diverse attività tra le quali: pittura, costruzione di giocattoli, manipolazione della cartapesta, decoupage, decorazioni con mosaico, utilizzo creativo del colore, utilizzo del colore per differenziare e riconoscere gli oggetti, rappresentazioni di figure tridimensionali con materiali plastici, distinzione della figura dallo sfondo, collocazione degli oggetti nello spazio, distribuzione di elementi decorativi su una superficie, utilizzo di tecniche artistiche tridimensionali e bidimensionali su supporti di vario tipo, colorazione e sculture con le pietre, sculture con i rotoli di carta igienica e tanto altro ancora; nel corso delle attività viene usato prevalentemente materiale povero e riciclato.

LABORATORIO DI LETTURA E SCRITTURA CREATIVA

Leggere e scrivere, si sa, sono attività che possono essere svolte a più livelli, dal più semplice al più complesso, e possono interessare, divertire ma anche annoiare. Lo scopo di questo laboratorio è tentare di rendere lettura e scrittura attività divertenti e creative, in cui dar libero sfogo alla fantasia, quasi un gioco a cui partecipare insieme per scoprire cosa si può fare con le parole…

Perché realizzare un laboratorio in cui imparare a “giocare” con le parole? E’ presto detto: perché questa attività, oltre che divertire, permette di acquisire familiarità con il lessico e sviluppa il pensiero laterale con accostamenti fantasiosi e insoliti, costruendo un’ottima base di partenza per forme di scrittura più impegnative e “letterarie”. La struttura del laboratorio, invece, aperta e collaborativa, contribuisce alla socializzazione ed allieta l’atmosfera, rendendo i rapporti più sereni ed aperti.

L’attività del laboratorio è finalizzata ad un avvicinamento, affettivo e intellettuale, al testo narrativo. Il percorso prevede l’analisi di fiabe, favole, racconti e romanzi, con la predisposizione di percorsi alternativi di lettura, che tenderanno a trasformare il racconto in oggetto. Il laboratorio vuole valorizzare la creatività e l’espressività dei bambini e dei ragazzi, affinché possano imparare a esprimere liberamente le proprie doti inventive con racconti, fiabe, fumetti, testi poetici ed anche giochi linguistici. Si vogliono produrre testi, ragionevolmente ben costruiti (sia a livello linguistico sia di costruzione progressiva dell’informazione) e adatti alle varie situazioni. Si passa dall’idea alla trama di un testo toccando i seguenti punti: inizio, costruzione di ambienti e atmosfere, l’ambientazione, il personaggio, i piani temporali, il flashback, i tempi verbali e la punteggiatura, il punto di vista. La metodica utilizzata intende poi stimolare la partecipazione emotiva alle vicende narrate. A conclusione del lavoro è prevista la drammatizzazione di un episodio o di un’opera che permette ai bambini e ai ragazzi di divertirsi identificandosi con i personaggi, mentre i lavori realizzati verranno raccolti in un fascicolo che ciascun partecipante al laboratorio potrà portar via con sé e conservare.

 

LABORATORIO ATTIVITÁ MOTORIA

Il laboratorio si propone di favorire l’azione educativa della pratica motoria, rivolta principalmente sia alla creazione di reti informali e all’acquisizione di corretti comportamenti relazionali, sia al perseguimento degli obiettivi motori di base (percezione del corpo, schemi posturali, capacità coordinative ed equilibrio).

Attraverso il gioco, di squadra e non, i bambini e i ragazzi avranno la possibilità di:

  • migliorare le proprie capacità motorie, favorendo il corretto sviluppo dello schema corporeo, delle capacità coordinative e dell’equilibrio, nonché prevenire gli svantaggi legati alla sedentarietà;
  • confrontare le proprie capacità nel gioco-sport individuale e di gruppo;
  • sviluppare il senso di responsabilità condivisa e di adesione alla realtà;
  • sviluppare un processo di inserimento sociale ed affettivo all’interno del proprio gruppo di lavoro.

LABORATORIO DI INFORMATICA

Il laboratorio si rivolge ai bambini e ragazzi che intendono utilizzare il PC per studio e hobby. Le lezioni si articoleranno attraverso continue esercitazioni pratiche con le quali si apprenderanno in modo semplice e veloce tutti i concetti necessari ad acquisire padronanza nell’uso del computer. Verrà mostrato l’utilizzo del sistema operativo Windows, con particolare riferimento alla creazione di nuovi documenti, alla loro gestione e all’organizzazione del lavoro. Verrà inoltre illustrato l’uso di Internet,.

LABORATORIO DI LINGUE

Il laboratorio prevede il coinvolgimento di bambini e ragazzi in attività ludiche che consentiranno l’apprendimento dei rudimenti delle lingue inglese e spagnolo.

LABORATORIO DI CHITARRA

Il laboratorio si propone di introdurre i bambini e i ragazzi alla conoscenza e alla pratica della chitarra, nonché di avvicinarli al linguaggio musicale in tutte le sue forme ed espressioni.

LABORATORIO DI CUCITO E RICAMO

L’idea di questo laboratorio nasce dalla curiosità, riferita da molti genitori, per il cucito da parte dei loro figli. Molti hanno riferito che spesso i bambini si sono mostrati interessati ad aghi, filo, bottoni e quant’altro, e hanno chiesto ai propri genitori di “produrre” qualcosa utilizzando questi strumenti.

Il laboratorio si propone dunque di introdurre i bambini e i ragazzi nel “mondo del cucito e del ricamo”, insegnando loro i rudimenti di quest’arte e favorendone, attraverso la manipolazione delle stoffe, degli aghi, e dei fili, la pratica in modo creativo e simpatico. Il percorso pensato per bambini e ragazzi prevede la realizzazione di manufatti semplici che poi ciascuno potrà portar via e conservare.

SOSTEGNO SCOLASTICO

Il Progetto prevede l’attività di Sostegno Scolastico, rivolto alle scuole elementari, medie e primi anni della scuola superiore.

 

 

Loncandina Estate Giovani

Loncandina Estate Giovani - Parrocchia San Giuseppe
Parrocchia San Giuseppe

libreriadelsanto
Privacy Policy